Risarcimento danni da ingiusta detenzione

Ultime News

La legge italiana (art. 314 cpp) dà diritto all' equa riparazione per l’ingiusta detenzione subita da chiunque venga poi prosciolto con sentenza irrevocabile o perche' il fatto non sussiste, o per non aver commesso il fatto, o perche' il fatto non costituisce reato o non e' previsto dalla legge come reato. L’azione si propone innanzi la corte di Appello nei confronti del Ministero del tesoro e, se proposta tramite il nostro staff, non prevede alcun costo iniziale. Il nostro onorario sarà concordato in termini percentuali e riconosciuto solo al termine del procedimento e solo nel caso in cui questo abbia avuto esito positivo